Umbria

Quando pensi all’Umbria la mente va a quiete agreste, alle vedute da cartolina di Assisi e ai borghi disseminati fra la media valle del Tevere e quella, incassata e silvestre, del Nera, raccontata da Virgilio e Lord Byron, con le immagini di Corot che ha dipinto la Cascata delle Marmore.
... Maggiori Dettagli Grazie alla sua proverbiale lontananza dai grandi assi nazionali di comunicazione, è una delle regioni italiane dove si può camminare meglio. Ma Umbria non vuol dire solo turismo dello spirito, ma borghi storici, arte, tanta natura e un'ottima cucina. Non c’è sguardo che non sfiori una località antica, celebre, sacra. Spoleto, Perugia, Assisi, Foligno, Spello, Terni e nel mezzo centinaia di luoghi minori, di villaggi, chiese, corti: viaggiare in Umbria significa attraversare un piccolo mondo intatto avvolto da un alone di favola.

Con un affascinante itinerario che copre più di 2.000 anni di storia, tra tappe nei vari paesi collinari e visite alle rovine romane e agli affreschi rinascimentali, l’Umbria si inserisce nella speciale lista dei migliori luoghi culturali da visitare. Il fatto che molte cittadine umbre distano tra loro un giorno di camminata, rende la regione perfetta per combinazioni fra escursioni di trekking e giri turistici, grazie anche alla buona scelta di hotel e ristoranti presenti in questa regione.

Perugia, in questo senso, è emblematica: pur mantenendo l'aspetto e il ritmo di vita di un piccolo borgo medievale, ha una vita cittadina molto intensa, anche grazie alla presenza di una delle più antiche Università. Un breve itinerario cittadino non può prescindere dalla visione della Fontana Maggiore, della Cattedrale intitolata a San Lorenzo, della Galleria Nazionale e dell'Oratorio di San Bernardino. Ma, con i bambini, vale la pena passare qualche ora alla Città della Domenica, un parco dove si possono vedere moltissimi animali, dagli struzzi ai fenicotteri.

Gubbio, con il suo centro storico straordinariamente suggestivo, è anche chiamata la “città dei matti” per la proverbiale imprevedibilità degli eugubini: qui sono da visitare il Palazzo dei Consoli e il Palazzo Pretorio. Ad Assisi, una delle mete principali del turismo in Umbria ed annoverata tra i luoghi più importanti della cristianità le tappe fondamentali sono la Basilica di San Francesco, costruita nell’XIII secolo, dove è possibile ammirare i meravigliosi affreschi di Giotto, la Piazza del Comune attorno a cui spicca il Tempio di Minerva e la Cattedrale di S. Rufino. Da visitare assolutamente anche Spello, nota per le Terme, Spoleto, con la sua Rocca cui si arriva dopo una scalinata infinita e Orvieto, celebre per le sue architetture gotiche che, come diceva Guido Piovene “rendono felice il viaggiatore romantico” e anche per il famoso Pozzo di San Patrizio, omonimo di quello irlandese e adibito a silos seicentesco con due rampe elicoidali indipendenti per garantire ai muli adibiti al trasporto salita e discesa senza ostacoli.

Oltre alle mete classiche, la regione offre tanti piccoli borghi da esplorare. A Lugnano in Teverina c'è la quasi millenaria Collegiata di Santa Maria Assunta, uno tra gli esempi di romanico più belli dell’Umbria. Il borgo di Vallo è un tipico esemplare di paese-castello con una perfetta pianta ellittica, con mura, torri e porte medievali, feritoie, stretti vicoli sormontati da archi. Ha invece un’atmosfera magica la Scarzuola, località rurale in provincia di Terni, che deve il suo nome a una pianta, la “scarsa”, utilizzata da San Francesco per costruirsi un giaciglio. Qui il santo nel 1218 fondò un convento che, con la fonte miracolosa e la cappella affrescata, è meta di visitatori in cerca di spiritualità. E nel 1956 l’intero complesso è stato restaurato dall’architetto Tomaso Buzzi, che nel parco circostante vi ha edificato la sua città ideale, detta Città Buzziana.

Sul versante enogastronomico l'Umbria si pone a livelli di assoluta eccellenza. E' la terra del vino, dell’olio e dei tartufi. Nei pressi del Trasimeno, fin dal tempo dei Romani, si coltiva la fagiolina, un legume locale tutelato. Ad Assisi cresce una cipolla dolce e base di tante ricette che, come antiche tradizioni contadine, si sono tramandate nei secoli. La piana di Castelluccio, un sogno di campi fioriti ai piedi dei Monti Sibillini, è il regno delle lenticchie. A Norcia, si producono porchetta, capocollo, salsicce e un pregiato prosciutto. A Monteleone si coltiva il farro e Cascia infine, è una delle poche località italiane in cui si produce lo zafferano. Tra i vini più pregiati troviamo il Sagrantino di Montefalco che prende il nome dall'omonimo vitigno da cui viene prodotto e il Torgiano Doc.

Se cultura, natura e cibo non bastano, gli amanti dello shopping compulsivo sappiano che l'Umbria ospita un distretto produttivo di circa 500 aziende specializzate nel più nobile dei filati: il cashmere. A Solomeo, un paese medievale del Duecento in provincia di Perugia, ha sede l'azienda più celebre in questo settore, quella di Brunello Cucinelli che ha fatto di un borgo una fabbrica e viceversa puntando sullo strettissimo rapporto emotivo tra datore di lavoro e dipendenti. Non mancano gli outlet che propongono cashmere e lane pregiate.

Una regione così bella non poteva che diventare il luogo perfetto per organizzare eventi di respiro internazionale e infatti in Umbria si svolgono alcuni dei Festival più importanti del mondo. Umbria Jazz, tradizionale appuntamento estivo, ha ospitato nel corso degli anni Keith Jarrett, Phil Collins, Carlos Santana, Eric Clapton. Se si perde l'edizione estiva, si può rimediare con quella invernale, Umbria Jazz Winter, che si tiene tra dicembre e gennaio a Orvieto. Imperdibile è il Festival dei Due Mondi di Spoleto, nato nel 1958. Più recente, ma già assurto al rango di evento internazionale, è il Festival delle Nazioni di Città di Castello.

Nascondi Dettagli

Ti trovi in:

Umbria
Zuppa di montagna

La Zuppa di montagna è un insieme di cereali tra cui riso, farro e Roveja, un piccolo pisello selvatico,...

1 confezione da 500 g

Geltrude Moretti

  • € 6,70
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Lacrime di Cinghiale

Lacrime di Cinghiale è un prodotto artigianale inventato da Giusto Magrelli nel 1999 e da allora immancabile...

1 confezione da 500 ml

Lacrime di cinghiale

  • € 12,50
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Cotechino di Norcia

Cotechino di Norcia è il tipico piatto legato alla tradizione di Capodanno, preparato con carni di suino,...

1 confezione da 500 g

Lacrime di cinghiale

  • € 8,90
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Prosciutto Stagionato di Norcia

Dal 1997, questo prodotto è riconosciuto con l'Indicazione Geografica Protetta dell'Unione Europea....

1 confezione da 750 g

Norcia Food e Brancaleone da Norcia

  • € 16,50
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Pasta Eliche

Le Eliche sono una pasta corta con la superficie ruvida, che testimonia la sobrietà e la semplicità della...

1 confezione da 500 g

Norcia Food

  • € 4,10
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Pecorino umbro stagionato

Il Pecorino umbro stagionato è uno tra i prodotti più tradizionali delle terre nursine. Gustalo sulla...

1 confezione da 200 g

Norcia Food

  • € 9,10
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Miele millefiori di montagna

Il miele, cibo degli dei, è forse l’alimento più naturale che esista in quanto prodotto interamente...

1 confezione da 500 g

Sibilla

  • € 8,20
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Sibillino

Il Sibillino è solo frutta frullata, buona da sola o in compagnia, sempre a portata di mano e pratica da gustare...

1 confezione da 100 g

Sibilla

  • € 1,50
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Confettura extra Sambuco

Una gustosa confettura al sambuco per liberare la fantasia con abbinamenti infiniti. Ideale, soprattutto, per dolci,...

1 confezione da 350 g

Sibilla

  • € 5,00
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello