Sardegna

Nonostante sia diventata il simbolo della bellezza marina che l'ha trasformata in una delle mete più amate dai turisti di tutto il mondo, la Sardegna sa essere ancora la terra selvaggia, faticosa e splendida che abbagliò molti anni fa l’Aga Kahn, che decise di trasformarne una parte in quella che oggi è universalmente conosciuta: la Costa Smeralda.
... Maggiori Dettagli Spiagge dalla sabbia candida, fondali marini cristallini, natura selvaggia, vento sferzante: le caratteristiche che colpirono il principe sono rimaste intatte e anche oggi, allontanandosi dai luoghi più glamour, mondani e frequentati, è possibile ritrovarne la magia. All’estremo nord l’Arcipelago della Maddalena ha un fascino tutto particolare: il tempo sembra essersi fermato agli ultimi decenni del secolo scorso, le innumerevoli spiagge e baie sono poco gremite anche in agosto, anche perché per goderle occorre giungere solo via mare. Santa Teresa di Gallura, Palau, Alghero, Stintino con l’incredibile spiaggia della Pelosa (caratterizzata da mare celeste e una inconfondibile torre) sono paesi e zone della Sardegna che “devono” essere visti, almeno una volta per la loro eccezionale bellezza.

Scendendo sulla costa occidentale, dalle parti di Capo Mannu troviamo stagni che d’inverno sono habitat di migliaia di fenicotteri rosa. Dal Capo e dal suo faro abbandonato si parte in barca verso i magnifici fondali dell’isola di Mal di Ventre, perfetti per immersioni. Un’altra spettacolare e misconosciuta lingua di sabbia è quella di Is Arenas: sei chilometri di spiaggia vergine, al riparo di una grande pineta. Misconosciuta sì, ma non dai surfisti, che l’hanno eletta luogo ideale per le loro evoluzioni. Sentieri poco battuti, strade poco note: Gairo Vecchio e Osini Vecchio, due paesi fantasma e attualmente disabitati, caratterizzano la zona dell'Ogliastra, dove il tempo si fermato e la natura domina incontrastata, anche grazie alla presenza di quel polmone verde di 3.000 ettari che è la Foresta di Montarbu. Qui si scoprono villaggi nuragici (Serbissi), grotte leggendarie (Su Marmuri) e la montagna Perda Liana che col suo atipico picco piatto, domina la regione. I borghi sardi custodiscono gelosamente le tradizioni di un tempo: tra i più caratteristici è da segnalare Castelsardo, dove ancora oggi è in uso una delle pratiche artigianali più antiche e diffuse in tutto il Mediterraneo, l'intreccio di ceste.

Ancora più giù le spiagge diventano lunghe ma ugualmente deserte, trovando poi un punto d’attrazione eccezionale nelle isole di Carloforte e Sant’Antioco dove non si può fare a meno di gustare il tonno locale, decisamente diverso da quello che si può trovare nei supermercati del continente. Il sud della Sardegna è anch’esso una continua sorpresa: dalle parti di Capo Teulada ci sono alcune baie interdette al turismo (ma visitabili via mare “al volo”), perché considerate zone militari, assolutamente più spettacolari delle migliori spiagge caraibiche. Chia con le sue dune di sabbia è assolutamente da vedere, al paio con l’area intorno a Villasimius. E in mezzo c’è Cagliari, una città bellissima, godereccia, con viuzze, bastioni e locali che invitano a passare libando la serata, un po’ assonnati dopo aver passato la giornata al Poetto, il mare dei cagliaritani, un litorale in cui i chiringuiti si susseguono senza soluzione di continuità.

Sul fronte enogastronomico l'isolamento della Sardegna ha giovato alla sua creatività culinaria: qui si possono trovare specialità impossibili da riprodurre o emulare altrove. La più celebre è il pane, Carasau e Frattau, che veniva preparato dai pastori che utilizzavano il pane avanzato con altri alimenti (carne, verdure) che disponevano a strati, ricoprendoli poi con il pecorino sardo e creando un piatto unico e sostanzioso. Decisamente saporiti, poi, la bottarga (uova di muggine), il capretto alla sarda (marinato nelle spezie), i Malloreddus alla campidanese, regione meridionale della Sardegna, conditi con un sugo di pomodoro preparato con la salsiccia e con una crema di pecorino. Simbolo della regione è però il porcetto, maialino da latte cotto allo spiedo o addirittura in una profonda buca nel terreno.

Tra i dolci, vanno ricordate soprattutto le Seadas, grandi ravioli tondi fatti con una pasta leggera e sottile, ripieni di semola, buccia d'arancia, ricotta e formaggio, che si friggono e si servono caldi dopo averli cosparsi di miele amaro. Per irrorare questi piatti deliziosi, i vini non mancano: il Cannonau, vitigno antichissimo, ha permesso la realizzazione di veri capolavori quali il Turriga di Argiolas, il Carnevale e la Malvasia di Bosa. Nel nord Sardegna, in Gallura, si trova l'unico Docg sardo: il Vermentino di Gallura. E per il dopo-pasto un liquore, il Mirto, ottenuto dalla macerazione delle bacche pigmentate mature che, come la birra locale Ichnusa, ha ottenuto un’attenzione importante anche fuori dalla Sardegna.

 

Nascondi Dettagli

Ti trovi in:

Sardegna
Il Colle CLA

Il Colle CLA contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue. Un quarto di forma

1 confezione da 875 g

ARGIOLAS FORMAGGI SRL

  • € 17,90
Aggiungi al carrello
Il Colle CLA

Il Colle CLA contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue. Mezza forma.

1 confezione da 1,7 kg

ARGIOLAS FORMAGGI SRL

  • € 34,90
Aggiungi al carrello
Fiore Sardo DOP

Fiore Sardo DOP: pecorino stagionato a latte crudo. Il formaggio principe della produzione casearia sarda. 1/4 di forma.

1 confezione da 675 g

ARGIOLAS FORMAGGI SRL

  • € 15,90
Aggiungi al carrello
Fiore Sardo DOP

Fiore Sardo DOP: pecorino stagionato a latte crudo. Il formaggio principe della produzione casearia sarda. Mezza forma.

1 confezione da 1,5 kg

ARGIOLAS FORMAGGI SRL

  • € 30,90
Aggiungi al carrello
Giglio Sardo

La tradizione chiede il fior fiore del latte. Giglio Sardo: pecorino semistagionato. Un quarto di forma.

1 confezione da 825 g

ARGIOLAS FORMAGGI SRL

  • € 14,90
Aggiungi al carrello
Giglio Sardo

La tradizione chiede il fior fiore del latte. Giglio Sardo: pecorino semistagionato. Mezza forma.

1 confezione da 1,7 kg

ARGIOLAS FORMAGGI SRL

  • € 27,90
Aggiungi al carrello
Perla Nera

Fai ricca la tua tavola con la Perla Nera: il gioiello dei pecorini freschi. Mezza forma.

1 confezione da 550 g

ARGIOLAS FORMAGGI SRL

  • € 8,90
Aggiungi al carrello
Perla Nera

Fai ricca la tua tavola con la Perla Nera: il gioiello dei pecorini freschi. Mezza forma.

1 confezione da 1 kg

ARGIOLAS FORMAGGI SRL

  • € 17,50
Aggiungi al carrello
Brebiblù

Un pecorino erborinato dal sapore unico e deciso. Un quarto di forma.

1 confezione da 1 kg

ARGIOLAS FORMAGGI SRL

  • € 20,90
Aggiungi al carrello