Puglia

Da qualche anno a questa parte il Salento è diventato il set preferito da chiunque debba girare un film in Italia. Ferzan Ozpetek ha scelto la barocca e bellissima Lecce per le riprese di “Mine vaganti”, Giorgia Cecere ha girato a Cisternino “Il primo incarico” e il maestro Ermanno Olmi vi ha diretto “Il villaggio di cartone”.
... Maggiori Dettagli La tradizione cinematografica della Puglia è radicata nel tempo: La conquista di Otranto del 1480 e la fine tragica degli ottocento martiri avevano ispirato il celeberrimo “Nostra Signora dei Turchi”, capolavoro di Carmelo Bene, che era nato a Campi Salentina nel 1937.

Del resto, questa terra ha un richiamo irresistibile per il mondo culturale di qualità: si pensi per esempio, alla raffinatezza di musicisti pugliesi come i Negramaro, Sergio Cammariere, Caparezza e i Sud Sound System, la band che ha fuso magistralmente i suoni locali ai ritmi giamaicani. La Puglia, si dice, è una penisola nella penisola. Bagnata da due mari, è la porta d’Oriente. Lunghissima e quasi sempre pianeggiante, 590 chilometri tutti da scoprire e con una densità di abitanti bassissima.

In Puglia coesistono storia e natura. Lecce è solare, piena di vita e affascinante per le espressioni monumentali del barocco leccese nato tra il XVII e XVIII secolo, quando i vescovi ne fecero una città-reggia. Ma attualmente la città più gettonata dai giovani turisti è Gallipoli, con il suo centro storico abbarbicato su un’isola calcarea collegata alla terraferma da un ponte, le sue lunghe spiagge sabbiose costellate di alberghi e i molti locali notturni, tutti affacciati sul mare. Ci si può perdere per ore e ore nel fitto della Murgia e godere della vista di palazzi che si gettano a picco nell’acqua. Ci sono città incantate, come Andria, celebre per il suo meraviglioso castello, Castel del Monte, una costruzione federiciana con le tante torri e la caratteristica pianta ottagonale e Otranto, con le mura a strapiombo sull’acqua. Poi c’è l’altra Puglia, quella della convivialità, dello stare insieme, del cibo che si sposa a posti unici ben incarnata da paesini come Trani o Polignano a Mare o come le sempre più numerose masserie, casali contadini che gli architetti hanno saputo trasformare in piccoli hotel di charme.

Non molti sanno che Polignano ha dato i natali al cantante italiano più famoso di sempre, Domenico Modugno, che qui è venerato come un santo. Il paese è celebre anche per il suo stupendo centro storico (su un promontorio roccioso alto 24 metri, a picco sulle onde) e a Cala Porto, bella insenatura incuneata nel paese, o a Cala Paura (malgrado il nome, è un’oasi tra case bianche e barche colorate), si materializzano neo-sposi ovunque, visto che in Puglia si celebrano più matrimoni che in ogni altra regione italiana. A poca distanza c'è Conversano con le sue mura megalitiche risalenti al sesto secolo a.C. e il suo castello inespugnabile all’aspetto. A una manciata di chilometri c'è Ostuni, la “città bianca” che dalle alture, tra ulivi ultracentenari, guarda un mare da anni premiato con la Bandiera Blu.

Ma Puglia non significa solo Salento. Infatti al largo della sua ordinata costa troviamo l’arcipelago delle Tremiti, uno paradiso marino in cui gli abitanti parlano un antico dialetto salentino (Campania). Cinque isolette con solo due e mezza abitate (San Domino e San Nicola più un’unica casa a Caprara), completamente all’opposto della bella realtà di Bari, la terza città più popolosa del meridione, dopo Napoli e Palermo. L’affascinante Bari Vecchia con il suo dedalo di vicoli stretti e irregolari, il quartiere murattiano con le sue strade a scacchiera e il lungomare e poi, non meno interessante, la moderna periferia che forma un ampio semicerchio attorno al centro storico.

L'entroterra pugliese non è meno affascinante della costa. E' il regno dei trulli. Quelli di Alberobello sono “patrimonio dell’umanità”, protetti dall’Unesco. Da anni non se ne trova più uno in vendita, soprattutto tra quelli in campagna: sono stati acquistati da inglesi e tedeschi. Com’è successo con le cascine toscane, molti anni prima. Il paesaggio però è diverso: più aspro, più solare di giorno. Fatato, se colto con la luce del primo mattino o al tramonto. A una trentina di chilometri c'è Cisternino, che conserva l’antica genuinità mediterranea, piccolo al punto giusto; bianco brillante sullo sfondo del cielo azzurro; splendente nella notte. Altre tappe consigliabili prima di riportarsi “in zona spiaggia” sono l’abbazia di Barsento, secondo la tradizione realizzata per i monaci di Sant’Equizio nel 591, su una collina, Martina Franca, il salotto elegante della valle e Ceglie Messapica, la culla dell’arte culinaria regionale.

La Puglia è infatti ricca di piatti tipici, anche se le differenze che esistono tra le diverse città e zone della regione, fanno sì che lo stesso piatto possa essere cucinato e preparato in modi diversi. Il primo più celebre sono le orecchiette con le cime di rapa. Non meno nobili sono il calzone di sponsali, una croccante focaccia ripiena di verdure, le cozze alla tarantina (insaporite da salsa di pomodoro), le frittatine di lampascioni (cipolline selvatiche dal retrogusto amarognolo), i pomodori gratinati alla pugliese, riempiti di carne e il riso patate e cozze, che a sua volta è una variante del celebre piatto barese: la tiella. Tipiche della regione sono le friselle, dei taralli di grano duro e i pasticciotti, dolci formati da un guscio di pasta frolla e un ripieno di crema pasticcera. Tra i prodotti Dop vanno ricordati il formaggio Canestrato Pugliese, la clementina del golfo di Taranto, il pane di Altamura e diversi tipi di olio. In Puglia è poi possibile trovare un vitigno diverso in ogni territorio, grazie al felice connubio tra terra fertile e collinare e clima mite. Si contano ben 28 zone Doc e 4 zone Docg. Sono quindi tantissimi i vini pregiati pugliesi; tra i più celebri, troviamo l'apprezzatissimo Primitivo di Manduria, il Negroamaro di Terra d'Otranto e il Castel del Monte.

Nascondi Dettagli

Ti trovi in:

Puglia
Borgo San Lorenzo

Gli oli della famiglia Memmola sono ricavati da olive di prima qualità, sane e selezionate, raccolte a mano...

1 bottiglia da 750 ml

GERMANI MEMMOLA

  • € 10,44
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
MultiVarietale

Gli oli della famiglia Memmola sono ricavati da olive di prima qualità, sane e selezionate, raccolte a mano...

1 bottiglia da 1 l

GERMANI MEMMOLA

  • € 9,86
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Poggio Cadetto

Gli oli della famiglia Memmola sono ricavati da olive di prima qualità, sane e selezionate, raccolte a mano...

1 bottiglia da 750 ml

GERMANI MEMMOLA

  • € 14,40
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Consolazione

Gli oli della famiglia Memmola sono ricavati da olive di prima qualità, sane e selezionate, raccolte a mano...

1 bottiglia da 750 ml

GERMANI MEMMOLA

  • € 9,28
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Malvasia Bianca IGT

Il Malvasia Bianca ha un colore giallo paglierino con riflessi dorati. Il profumo è delicato e fruttato con...

3 bottiglie da 750 ml

GERMANI MEMMOLA

  • € 18,00
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Primitivo di Manduria DOC

Il nostro vino Primitivo ha un colore rosso vellutato, un gusto armonico e un profumo intenso con gradevoli sentori di...

3 bottiglie da 750 ml

GERMANI MEMMOLA

  • € 30,00
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Negroamaro IGT

Il Negroamaro ha un colore rosso rubino intenso, che assume riflessi granati con l’invecchiamento. I profumi sono...

3 bottiglie da 750 ml

GERMANI MEMMOLA

  • € 24,00
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Malvasia Nera IGT

Il Malvasia Nera è il risultato di una vendemmia tardiva. Il colore è un rosso rubino con riflessi...

3 bottiglie da 750 ml

GERMANI MEMMOLA

  • € 24,00
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello
Trisole EVO Sovrano 500

Olio extra vergine di oliva ottenuto tramite lavorazione a freddo. Per l'armonia e le caratteristiche...

2 bottiglie da 500 ml

IL FRANTOLIO

  • € 13,60
  • Servizio di spedizione SMART
Aggiungi al carrello